Pasta con le sarde

Categoria > Primi

Grado di difficoltà 3
Numero di porzioni 4
Pasta con le sarde





Presentazione

'PASTA CHI SARDI' Primo piatto originario della provincia di Palermo, a base di sarde fresche, pinoli e finocchietti selvatici di montagna. Nella regione è possibile trovarne numerose varianti; ad esempio, nella zona di Catania si preferiscono le alici alle sarde, l'importante è che si tratti di pesce azzurro fresco del nostro mare. Lo stesso vale per il finocchietto selvatico, che si trova facilmente nelle campagne siciliane nel periodo che va da Marzo a Settembre.

Cenni storici: La ricetta sembra avere origine dall'incrocio della tradizione siciliana con quella araba; appare infatti che un Generale Arabo durante un'invasione della Sicilia, avendo difficoltà a sfamare i suoi uomini si affidò ad un cuoco il quale abbinando l'uvetta e lo zafferano, propri della cucina araba, con ingredienti locali come le sarde e il finocchietto, creò un piatto colorato e gustoso, tramandato dalle massaie, fino ai nostri giorni.

Le sarde fresche e il finocchietto selvatico sono spesso difficili da trovare fuori dalla Sicilia, ma se con un pizzico di fortuna e un po' di impegno si riesce a recuperarli, il trionfo del palato è assicurato!


Ingredienti

500 gr di bucatini; 600 gr di sarde fresche; 800 gr di finocchietti selvatici; 50 gr di uva sultanina; 50 gr di pinoli; 1 bustina di zafferano; 1 o 2 cipolle; 3 acciughe salate (o 100 gr di filetti di acciughe sott'olio); pangrattato, olio extravergine d'oliva, sale, pepe.


Preparazione

Lavate i finocchietti, eliminate i gambi più duri e lessateli in abbondante acqua salata; scolateli bene, tritateli e mettete da parte l'acqua di cottura.
A parte soffriggete la cipolla affettata finemente in un tegame e spappolatevi le acciughe.
Pulite le sarde, togliete la testa e la coda, apritele e diliscatele. Spezzettatele grossolanamente e fatele cuocere nel soffritto di cipolle e acciughe. Aggiungete i finocchietti, salate e lasciate cuocere a fuoco basso per una decina di minuti. Unite al resto l'uva sultanina, i pinoli e lo zafferano. 

Cuocete i bucatini nell'acqua di cottura dei finocchietti precedentemente messa da parte; scolateli al dente ed uniteli al condimento, mescolando bene. Cospargete il tutto con una buona manciata di pangrattato abbrustolito e fate riposare per una decina di minuti, prima di servire.

Vino consigliato: Etna Bianco DOC, come un Carricante IGT Planeta , un Archineri DOC Pietradolce o un Etna DOC Graci





Prodotti correlati

FILETTI DI ACCIUGHE IN OLIO EXTRAVERGINE D'OLIVA

FILETTI DI ACCIUGHE IN OLIO EXTRAVERGINE D'OLIVA


ACCIUGHE SALATE

ACCIUGHE SALATE


OLIO EXTRA VERGINE D'OLIVA DOP MONTE ETNA

OLIO EXTRA VERGINE D'OLIVA DOP MONTE ETNA


Dicono di noi