Brioche col Tuppo

Categoria > Dolci

Grado di difficoltà 4
Numero di porzioni 8
Brioche col Tuppo





Presentazione

'BRIOSCIA CU TUPPU' La famosa Brioche col Tuppo, da gustare calda, a colazione e non solo, accanto ad una deliziosa granita,  o ripiena di gelato, è senz'altro una delle espressioni più tipiche della Sicilia. Troverete infatti la brioche col tuppo originale sono nei bar e nelle pasticcerie della regione, prevalentemente sulla costa orientale e nelle zone limitrofe.
Questa soffice brioche viene chiamata 'col tuppo' per la pallina che la sormonta, che sembra ricordare lo chignon basso portato spesso dalle donne siciliane, in passato, chiamato 'tuppo' in dialetto.


Ingredienti

500 g di farina; 20 g di lievito di birra; 100 g di margarina; 4 uova; 100 g di zucchero semolato; 1 bustina di zafferano (facoltativo); mezza tazza di latte; 2 cucchiai di panna fresca liquida; burro; sale.


Preparazione

Setacciate la farina con una presa di sale; fate la fontana sulla spianatoia e aggiungete il lievito sciolto in mezza tazza di latte, in cui avrete stemperato metà del contenuto della bustina di zafferano, lo zucchero e la margarina a pezzetti. Incorporate poco per volta tre uova e lavorate l'impasto fino a quando sarà omogeneo. Ponete quindi la pasta in una ciotola infarinata e lasciatela lievitare per tre ore.
Quando l'impasto sarà ben lievitato, manipolatelo per qualche minuto, riponetelo nuovamente sulla spianatoia infarinata e dategli la forma di un filone. Dividete il filone in 8 pezzi.
Inzia adesso la parte più divertente, quella che porterà alla creazione del famoso 'tuppo' sulla brioche.
Allungate leggermente ogni pezzo formando un piccolo filoncino e create una strozzatura a 1/3 del filoncino, come se voleste dargli la forma di un 'birillo', facendo però attenzione a non dividere le due parti di pasta.
Create un buco centrale nella parte più ampia di pasta ed infilate la testa del birillo all'interno del buco creato, facendola fuoriuscire dall'altro lato.
Trasferite le brioche così ottenute in una placca imburrata e fate lievitare in luogo tiepido, fino a quando avranno quasi raddoppiato il volume.
A questo punto spennellate la superficie delle brioche con un tuorlo battuto, amalgamato con la panna, e cuocetele in forno preriscaldato, a 220°, per 10-15 minuti.

Una volta sfornate, gustatele calde, con un'ottima granita siciliana, come la granita al pistacchio di Bronte, o ripiene di gelato.


Dicono di noi